ATTIVITA di CONSERVAZIONE E RESTAURO

 


 

Documentazione

 

La "documentazione" in relazione ad un intervento di restauro è costituita dall'insieme dei risultati di ricerche storiche, dello studio dello stato di conservazione, di analisi scientifiche e di prove tecniche compiute sull'oggetto prima di sottoporlo all'intervento, cui si aggiungono la descrizione del metodo di lavoro seguito e delle sostanze impiegate, il materiale fotografico del prima, del durante e del dopo l'operazione ed una riflessione sul risultato ottenuto.


Conservazione e restauro

 

La SMARTART promuove ed esegue attività di conservazione e restauro di diverse tipologie di beni culturali, utilizzando materiali reversibili studiati in laboratorio e rispettando i criteri del restauro scientifico.

 


Manutenzione

 

Con il termine manutenzione si intende il complesso delle attività e degli interventi destinati al controllo delle condizioni del bene culturale e al mantenimento dell'integrità,dell'efficienza funzionale e dell'identità del bene e delle sue parti (art.25 comma 3, Codice dei Beni Culturali)

La nostra società è in grado di fornire protocolli di manutenzione ordinaria, finalizzati a garantire la corretta conservazione del manufatto a lungo termine, intervenendo anche sui fattori esterni a contatto con esso che causano e accelerano i processi di degrado.

L'attività di manutenzione si sviluppa attraverso un periodico monitoraggio dei parametri termo-igrometrici, dell'irraggiamento solare e di tutti quei fattori che potrebbero mettere in discussione la corretta conservazione dell'opera. Tramite un'analisi di tali fattori sarà possibile comprendere la genesi del degrado e svolgere un'eventuale attività di prevenzione attraverso l'esercizio di interventi non invasivi e un controllo periodico degli eventuali restauri effettuati valutando l'efficienza dei materiali applicati.

I n/s programmi sono ideati prevedendo un sistema di cadenze differenziate per gli interventi manutentivi, disponendoli in modo graduale per quanto ne riguarda l'incisività.

 


Conservazione nel contesto museale

 

Le opere d'arte sono inevitabilmente esposte a fenomeni di degrado relazionati al luogo in cui sono conservate e al tipo di materiale che le costituisce: il degrado avviene sia in modo naturale e progressivo con l'invecchiamento dell'oggetto e l'alterazione delle sue proprietà chimico-fisiche, sia a causa di condizioni microclimatiche non idonee e procedure di gestione non corrette in grado di accelerare i processi di alterazione, giungendo, in alcuni casi, alla totale perdita del bene culturale.

Per la salvaguardia di opere d'arte conservate in un contesto museale la condizione fondamentale deve essere quindi il concetto di "conservazione preventiva" basata sull'adozione di specifici comportamenti e di precauzioni tecniche (applicabili con continuità) volti a prevenire o rallentare i fenomeni di degrado.

Una delle nostre attività prevede di fornire ai soggetti richiedenti (musei, collezioni private ecc.), un piano di conservazione preventiva inteso come preparazione di una strategia a lungo termine, che permetta di minimizzare gli effetti del degrado sulle collezioni museali.

Inoltre verrà realizzato un piano di manutenzione e controllo attraverso sistemi di monitoraggio (da noi scelti se il contesto museale ne sia sprovvisto) o di verifica (nel caso in cui questi siano già presenti), offrendo quindi una assistenza tecnica continua e duratura nel tempo.


Operazioni di messa in sicurezza su Beni Culturali

 

La SMARTART svolge altresì attività di "pronto intervento" e di messa in sicurezza su Beni Culturali nel caso in cui essi si trovino gravemente danneggiati in conseguenza di eventi fortuiti e ne siano compromesse la corretta fruizione e conservazione.

In questi casi si procederà con una prima visita ispettiva finalizzata alla comprensione del quadro di conservazione generale e del fattore di rischio legato alla possibilità di ulteriori collassi a cui è esposto il bene. Utilizzando materiali reversibili e compatibili con le strutture esistenti, verranno quindi svolte rapidamente opere provvisionali, studiate ad hoc per ogni situazione, in grado di ripristinare le condizioni sufficienti di stabilità statica per il manufatto.