GESTIONE BIBLIOTECHE

 

Catalogazione del materiale librario e non:

 

la catalogazione non è più pensabile oramai se non nel binomio che essa costituisce con "cooperazione". Il catalogo elettronico deve permettere la cooperazione e lo scambio di informazioni tra database diversi, che risiedono su sistemi e computer diversi, gestiti da enti, istituzioni o persone diverse. Tutto ciò è possibile grazie a internet e alla creazione di OPAC che altro non sono che database interrogabili e aggiornabili direttamente via Web e soprattutto liberamente accessibili. Gli OPAC consentono l'accesso alle informazioni da chiunque e in qualunque parte del mondo.

Nella stesura della scheda descrittiva è opportuno tenere a riferimento una serie di norme internazionali create per soddisfare la necessità di una standardizzazione delle informazioni catalografiche in modo da rendere i dati bibliografici in un formato comune di scambio per promuovere la rapida distribuzione delle informazioni catalografiche tra le diverse biblioteche.

Le regole a cui si fa riferimento per le operazioni di catalogazione sono: le REICAT (regole italiane per la catalogazione) e gli ISBD edizione consolidata (International Standard Bibliographic Description).

 

servizi di accoglienza, segreteria e front office:

 

Il servizio di reference è l'insieme delle attività svolte in una biblioteca perché i bisogni informativi e conoscitivi della propria utenza di riferimento siano soddisfatti. Queste attività riguardano l'organizzazione e l'accesso, la valutazione delle risorse informative (reference sources), ma soprattutto l'assistenza e consulenza all'utenza finale nel recupero delle informazioni allo scopo di superare il suo gap cognitivo. Nella linguaggio della biblioteconomia italiana viene tradotto come servizio di informazioni. Il reference service è definito anche come un processo di comunicazione interpersonale che ha lo scopo di procurare un'informazione a chi ne ha bisogno sia direttamente, sia indirettamente attraverso una figura professionale specifica cui è richiesta particolare competenza nell'uso degli strumenti bibliografici, dei cataloghi, delle collezioni documentarie e di tutte le altre fonti informative sia della sua biblioteca che del sistema in cui è inserito, infine la capacità di affrontare i rapporti interpersonali con l'utente e destreggiarsi con essi.

 

organizzazione di eventi culturali:

 

laboratori ricreativi per bambini, incontri con gli autori, web caffè e caffè letterari, mostre, momenti e occasioni di ascolto di letture ad alta voce. Sono opportunità attraverso le quali la biblioteca viene fatta conoscere nel suo patrimonio di documentazione e nei servizi che è in grado di svolgere. Sono decisivi per contattare un pubblico che non frequenta abitualmente la biblioteca ma che può essere interessato da alcuni dei servizi che la biblioteca offre.

 

progetto Bibliobus:

 

il servizio di Bibliobus nasce da un'esigenza di promozione della lettura sul territorio, andando incontro al pubblico di adolescenti e adulti nei luoghi di maggiore aggregazione urbana e di ritrovo, quali sono i mercati, i centri commerciali, le piazze, i quartieri circoscrizionali, le case di riposo, gli ospedali, le case di cura, i centri giovanili. Raggiungendo le realtà territorialmente più isolate e i luoghi privi di servizi di pubblica lettura, il Bibliobus è una vera e propria biblioteca mobile accessibile ai diversamente abili, in grado di portare quotidianamente in giro per il territorio libri e materiali multimediali.

 

impianto o trasferimento di biblioteche:

 

la soluzione logistica pensata per la realizzazione di una biblioteca è legata in parte ai possibili fruitori della stessa e in parte alla disponibilità di fondi ma non è indifferente per il futuro dell'utilizzazione della biblioteca. In questo senso ci proponiamo con soluzioni innovative sia in relazione allo studio della potenziale utenza sia in rapporto alle disponibilità presenti nel momento in cui il progetto è messo in cantiere.

 

formazione di addetti ai servizi biblioteconomici:

 

il lavoro dei bibliotecari è oggi un work in progress: nuovi materiali che si prendono in considerazione, nuove le tecnologie software utilizzate, nuovi i servizi che l'utenza può richiedere. Questo comporta un lavoro incessante di aggiornamento e di formazione continua che sarà rivolto agli addetti ai diversi servizi svolti dalla biblioteca e che la porterà ad essere sempre all'altezza delle innovazioni.